La gestione civilistica e fiscale delle differenze inventariali

Fabio Giommoni in Bilancio, vigilanza e controlli n. 2/2019

Le differenze inventariali sono un fenomeno fisiologico per le imprese commerciali e industriali, ma occorre che siano attentamente gestite, sia sotto l’aspetto civilistico, perché rappresentano costi per l’azienda, sia sotto l’aspetto fiscale, in quanto possono comportare contestazioni da parte dell’Amministrazione finanziaria, ai fini dell’Iva e delle imposte sui redditi. In particolare, in ambito fiscale risulta fondamentale disporre degli strumenti per contrastare le presunzioni di cessione previste dal D.P.R. 441/1997, le quali si applicano anche alle differenze inventariali.

Scarica il pdf

Federico
Salvadori

Empoli
21 posts
Francesco
Facchini

Pisa
45 posts
Matteo
Busico

Lucca
68 posts
Andrea
Virgili

Pisa
No posts
Fabio
Giommoni

Pistoia
166 posts
Maria G.
Facchini

Pisa
2 posts