La gestione civilistica e fiscale delle differenze inventariali

Home / La gestione civilistica e fiscale delle differenze inventariali

Fabio Giommoni in Bilancio, vigilanza e controlli n. 2/2019

Le differenze inventariali sono un fenomeno fisiologico per le imprese commerciali e industriali, ma occorre che siano attentamente gestite, sia sotto l’aspetto civilistico, perché rappresentano costi per l’azienda, sia sotto l’aspetto fiscale, in quanto possono comportare contestazioni da parte dell’Amministrazione finanziaria, ai fini dell’Iva e delle imposte sui redditi. In particolare, in ambito fiscale risulta fondamentale disporre degli strumenti per contrastare le presunzioni di cessione previste dal D.P.R. 441/1997, le quali si applicano anche alle differenze inventariali.

Scarica il pdf

Conferimento di partecipazioni qualificate

Il nostro socio Fabio Giommoni commenta la recente prassi dell’Agenzia delle entrate sul conferimento di partecipazioni “qualificate” nel numero 8-9/2021 de “La rivista delle operazioni straordinarie” edita da Euroconference. Il regime dei conferimenti di partecipazioni qualificate introdotto con il

Il “Super ACE” per il 2021

Il nostro socio Fabio Giommoni commenta le novità del “Super Ace” per il 2021 nel numero 24/2021 della Circolare Tributaria edita da Euroconference. Al fine di incentivare la patrimonializzazione delle imprese, deterioratasi a seguito delle difficoltà economiche causate dalla crisi

Entriamo in contatto

Un network che non conosce confini.